Wreck this journal - week 1

Sì, ho ceduto anche io, dopo anni a vedere su Tumblr le foto dei notebook "wreck this journal", ho deciso di provare anche io. Perché? - perché nel mio intento di prendermi maggior cura del blog, volevo che ci fosse una rubrica, un progetto fisso, con scadenza settimana, che mi impegnasse nei miei buoni propositi dell'anno nuovo. - perché volevo buttarmi in qualcosa che esulasse dal mio solito essere e parlare, volevo cercare di uscire dalla mia comfort zone di libri e tazze di tè (queste non smetteranno di esserci, ma non saranno le uniche). wreck this journal - perché no? La mia idea iniziale era quella di spronarmi ancora di più facendo un post settimana sul blog e udite, udite, un video della realizzazione delle pagine di cui avrei parlato. Venerdì scorso, finalmente, ho iniziato il progetto e ho scoperto delle cose. La mia idea del work in progress su video è fallimentare, per lo meno, per come sto facendo adesso le cose non c'è verso che io e la videocamera riusciamo a fare amicizia. Ho imparato che sto facendo questo journal anche per imparare a sbagliare e a non prendermela troppo con me stessa: nessuno ha scritto che deve venirmi tutto perfetto al primo colpo, nessuno ha detto che devo seguire le regole parola per parola e nell'ordine scritto, anzi, il divertente esce fuori quando rompi gli schemi, o la pagina in questo caso. wreck this journal   Sempre per la serie: cose che non faresti a un libro, beh, non a tutti magari.
wreck this journal
Le prime istruzioni sono facili e scrivere le pagine a un notebook è una delle cose che qualche anno fa facevo costantemente. wreck this journal       wreck this journal Finalmente ho una scusa per disegnare i miei intrecci di linee preferiti! yehh

Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published