Libri tinti di giallo


Credo di aver riscritto questo post almeno tre volte e ogni volta torno a modificare qualcosa. 1) non è una recensione 2) non è nemmeno una recensione malriuscita 3) prendete il tutto come un suggerimento molto molto consigliato   L'uomo che odiava Sherlock Ho Più che recensire dei libri, questa volta vorrei darvi un suggerimento, anzi, due. Si tratta di due libri gialli, uno di una giovane scrittrice italiana e l'altro consigliato dalla stessa giovane scrittrice. Qualche mese fa, più o meno in agosto, ho scoperto Federica Frezza tramite il suo canale su youtube, Prismatic 310. Ci sono recensioni di film, serie e molte molte parole sui libri. Come è ovvio, non sempre i gusti combaciano, ma è molto bello sentire quello che ha da dire e non è detto che non si possa trovare qualche spunto. Così è stato per me e  L'uomo che odiava Sherlock Holmes di Graham Moore. Mokita Prima del mio incontro con Graham Moore, però, ho incontrato Mokita, il secondo libro di Federica Frezza. Anche lui è un giallo, anche lui ha una storia bella, anche lui è una di quelle letture che va via veloce, anzi, che vuoi che corra veloce verso la fine per vedere come andrà a finire. Mi piace come Federica racconta le cose, come ti parla dei personaggi e di come sa fartene innamorare all'istante. Come spesso mi succede non riesco a raccontare per bene come mai un libro è bello e deve essere letto, però con Mokita c'è tutto quello che serve a un buon libro: una storia interessante, una protagonista da conoscere, un mistero misterioso, una Torino misteriosa che spunta, che altro volete? Qui per la copia fisica Qui per Kindle ps: non preoccupatevi, non mi sono cavata gli occhi leggendo questo libro dal telefono, ma nel trasporto tablet ->kobo si è smarrito e sono riuscita a trovare solo qui la mia copia.

Leave a comment


Please note, comments must be approved before they are published