Joyce Carol Oates - Storia di una vedova

memoir

Ci sono quegli scrittori e quei libri di cui non sappiamo spiegare bene l'amore infinito che proviamo per loro. Con una scrittrice prolifica come J.C.Oates è difficile stare al passo, soprattutto se si aggiunge il fatto che ho anni di pubblicazioni da colmare. Però non riesco a non dire che sia forse la mia scrittrice preferita. Ci sono corde che solo lei sa muovere. Ci sono argomenti che in mano a lei diventano immensi e imprescindibili.

j.c.oates

Quando qualche mese fa ho visto tra le ultime uscite in libreria questo libro mi ci sono avventata di corsa. Non l'ho acquistato subito, appena ho letto il titolo ho avuto paura di come lei fosse riuscita a trattare un argomento come questo. So che le sue parole possono essere crude e i fatti raccontati molto direttamente. Per cui ho atteso. Ho atteso di avere del coraggio in più e così finalmente eccomi qui, con qualche mese di ritardo, almeno non sono anni. In realtà ho finito questo libro un paio di settimane fa ed è rimasto a guardarmi da un angolo della scrivania, in costante attesa che io trovassi un altro tipo di coraggio con cui parlarvi di quest'opera.

j.c.oates

Bisogna essere sicuri nel leggere Storia di una vedova, bisogna essere fiduciosi con J.C.Oates e aspettarsi il tipo di opera che da lei una persona si può aspettare. Non c'è nulla di melodrammatico o di strappalacrime, ma non ci si può certo aspettare nemmeno un racconto ironico. La storia è quello che titolo e sottotitolo prometto: è la storia di una vedova, sono le memorie di uno dei periodi più bui che una persona può attraversare. Ci sono verità e sincerità in tutto quello che comporta una storia di questo tipo. Se però siete coraggiosi e avete fiducia, allora J.C.Oates saprà portarvi all'interno della sua vita, forse come mai prima, si può vedere un lato che spesso si tende a voler nascondere. Insonnia, sonniferi, buio, solitudine, speranza, ricordi, paure, un presente, il futuro che fa paura, sono solo alcuni degli ingredienti di questa storia.

Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published